Shares

Come usare creativamente il focus di una macchina fotografica

Utilizzare le modalità di messa a fuoco di una macchina fotografica in modo creativo: Alcuni consigli.

Una buona parte di moderne fotocamere digitali è perfettamente in grado di effettuare una messa a fuoco automatica, grazie a meccaniche che consentono di adattare la distanza dell’obiettivo dall’immagine a seconda di quanto appare a livello del mirino.
Dal momento che questo automatismo permette a molti fotografi, sia amatoriali che professionisti, di risparmiare tempo la realizzazione di un Book Fotografico di alto livello, perché imparare a impostare il focus di una macchina fotografica manualmente?
Le ragioni sono diverse per ogni fotografo, tuttavia una delle principali è quella per cui anche una fotocamera digitale a volte può sbagliare: i calcoli effettuati possono essere confusi dalla presenza di altri soggetti nel riquadro del mirino, tra cui ostacoli, altre persone, cancellate e muri, dando inoltre luogo a fenomeni di “blend” quando il contrasto è scarso rispetto al panorama da fotografare.
 

Messa a fuoco in una macchina fotografica: come essere creativi

Considerato questo, imparare come mettere a fuoco l’immagine in maniera creativa costituisce una delle maggiori soddisfazioni di un fotografo. Tanti modelli di macchina fotografica ci aiutano in questo compito, segnalandoci quando è possibile mettere a fuoco in maniera automatica tramite un LED o un avvertimento simile.
Nel caso in cui non fosse possibile, è bene approfittare della regolazione manuale, cercando di mettere in focus un elemento illuminato o con maggior contrasto cercando di riportare rapidamente l’inquadratura dove l’avevamo lasciata prima di premere il pulsante.
Possiamo ottenere effetti interessanti aprendo il diaframma; ad esempio in un primo piano in massima apertura con obiettivo telescopico, abbiamo una riduzione di profondità di campo importante, per mettere in risalto i soggetti a scarsa distanza.
Allo stesso modo, con profondità di campo minima e messa a fuoco centrata sullo sfondo, potremo sfocare i soggetti per concentrarci maggiormente sui dintorni, con un effetto sfruttato in massima parte da pubblicità e fotografia artistica. Il messaggio che vogliamo convogliare con la macchina fotografica diventa quindi il fattore discriminante.
Uno dei casi più frequenti riguarda infine profondità di campo massima e angolo visuale dell’obiettivo allargato per cogliere un panorama più ampio oltre ai soggetti, avendo cura di chiudere il diaframma.
In tal caso, tutta la scena fotografata sarà a fuoco, e darà come impressione uno sguardo imparziale su tutto ciò che abbiamo ritratto dall’obiettivo, senza prediligere particolarmente un soggetto o un altro.

Share This